La pianificazione è cambiata molto nel tempo e non tutti se ne sono accorti. Certo l’idea di predisporre un contingency plan in presenza di un “cigno nero” come il Covid-19 se uno avesse colto tale evoluzione forse sarebbe venuta. Se poi si pensa che una pandemia possa essere il lato oscuro della globalizzazione, possiamo quasi prepararci ad un altro cigno nero: come andranno le elezioni americane?
Insomma come mi piace sostenere: pianificare si deve meglio si può. Lo scenario ambientale è oggi la variabile sulla quale riflettere di più, onde non trovarsi impreparati. Su quanto debba e possa cambiare la pianificazione mi è capitato tra le mani un vecchio articolo, che ha ancora una sua utilità.

Scarica l’articolo: Pianificazione strategica: com’è cambiata nel tempo

Resta aggiornato con i nostri contenuti attraverso la nostra newsletter.