Come spesso succede nello spirito italico, facciamo delle cose valide, ma non solo non ce ne vantiamo, ma proprio non ne parliamo.
Così è successo con le Società Benefit, introdotte dal nostro ordinamento giuridico nel 2016 e caratterizzate dal combinato e congiunto perseguimento di obiettivi economici e sociali. Questa specifica e interessante innovazione del nostro Paese, per fortuna ci viene ricordata da un articolo apparso sul numero di Marzo-Aprile 2019 di Harvard Business Review. Il titolo è significativo “The Dual-Purpose Playbook. What it takes to do well and do good at the same time”. I quattro autori (J. Battilana, A. Pache, M. Sengul, M. Kimsey) evidenziano come dal “One Report” di Robert Eccles (2010), le misurazioni delle performance aziendali siano sempre più attente ad impatti ambientali e sociali dell’agire d’impresa.

Con quest’articolo si propone un’idea “simpatica”: creare quella che loro chiamano una Hybrid Organization. Questa richiede la manovra di quattro leve: selezionare e monitorare goal sociali unitamente a obiettivi finanziari; trovare soluzioni strutturali che siano di supporto sia per le attività con contenuti sociali che per quelle finalizzate ai risultati finanziari; predisporre in azienda una cultura per tutti i dipendenti che abbracci entrambi gli obiettivi; praticare una leadership “dual-minded”.
In Italia su questo tema sta lavorando, tra gli altri, Massimo Folador, docente della Liuc Business School, che ha di recente organizzato una tavola rotonda sul tema «Le parole del Bene Comune» con la partecipazione tra gli altri dell’on. Mauro Del Barba, estensore della legge sulle società Benefit, e Ali Reza Arabnia, Presidente e Amministratore Delegato Geico Taikisha), un’importante testimonianza di azienda che in Italia ha fatto un preciso percorso.

Ma Massimo Folador su questi temi ha anche proposto un libro dal titolo “Storie di Ordinaria Economia” (Guerini & Associati) che diventa nelle prossime settimane un ciclo di quattro giornate di formazione in Liuc Business School

Ricevi i nostri contenuti iscrivendoti alla nostra Newsletter