Advanced Planning & Control Program 4th edition

10 opportunità per migliorare i sistemi di Pianificazione e Controllo

Mercoledì 19 Luglio e Giovedì 20 Luglio 2017

nell’ambito del percorso Advanced Planning & Control Program della LIUC – Università Cattaneo si affronteranno i seguenti temi:

19 Luglio: Corporate Performance Measurement: La Balanced Scorecard per tradurre la strategia in azioni di gestione operativa

La misurazione delle performance aziendali: è questa la più significativa innovazione per le attività di P&C proposta in questi ultimi venti anni, dopo quella del cost management. Si tratta di un profondo cambiamento nelle metriche per indirizzare e valutare le performance aziendali. Sì è passati dai soli indicatori economico-finanziari ad una pluralità di parametri-obiettivo nel tentativo di catturare la strategia e i connessi aspetti organizzativi legati alla sua attuazione. La fase più delicata, una volta deliberata la strategia, è infatti la sua successiva attuazione (strategy execution). Così, risulta anche da una nostra recente survey condotta con alcune imprese italiane. In passato ci si era illusi che il piano strategico svolgesse questa funzione. Ma non è così. La Balanced Scorecard in tal senso invece si è dimostrata particolarmente efficace. È attraverso l’analisi di come questo strumento è stato applicato in diverse realtà aziendali che traspare questa utilità. Così applicando il modello del “management basato sui fatti”, in questa giornata analizzeremo alcune possibili concrete applicazioni della Balanced Scorecard.

I contenuti della giornata sono i seguenti:

1) I soli risultati eco-fin non sono più sufficienti per valutare la performance aziendale 2) La miopia manageriale, indotta dalle tecniche tradizionali di P&C 3) Nasce e si afferma la scuola dei Non Financial Indicator (Nfi) 4) Non solo Roi né solo Kpi: alla ricerca delle poche variabili strategicamente corrette 5) La scuola degli Strategic Performance Indicator (SPI): il modello è la Balanced Scorecard 6) Gli step per elaborare una efficace Balanced Scorecard 7) Il momento centrale nella progettazione della Bsc: l’elaborazione della Mappa Strategica 8) I collegamenti tra Bsc e Budget 9) Oltre la Bsc: nuove proposte all’orizzonte

Per la preparazione della giornata, come è nostra abitudine fare, Le segnaliamo alcune letture introduttive al tema. Anche questa volta sono articoli pubblicati su Harvard Business Review. Il primo di Robert Eccles “The Performance Measurement Manifesto”, il secondo di Robert Kaplan “Yesterday Accounting undermines production” (un classico che feci tradurre per una raccolta di articoli da me curata con il titolo I tradizionali sistemi contabili minano la disponibilità al cambiamento) ed il terzo è l’articolo con il quale Kaplan e Norton presentano la Bsc: “Balanced Scorecard: Measure that drive Performance” trad. in Harvard Business Review Italia, i Classici con il titolo Grandi Performance con la Balanced Scorecard. Si ricorda inoltre che potrebbe essere interessante il quaderno di Innovative Management da noi curato dal titolo “Strategia Aziendale: Come attuarla”.

20 Luglio: Activity Based Costing per gestire i costi e non essere gestiti dai costi

Una cosa ormai è certa: i tradizionali metodi di calcolo dei costi hanno portato, in molte situazioni aziendali, a commettere clamorosi errori nelle scelte sia di gestione operativa che di gestione strategica. Siamo a un drastico punto di svolta rispetto al passato: quando si tratta di analizzare i costi è necessario capire che non basta più controllare i costi (cost control) ma bisogna gestire i costi (cost management) se non si vuole essere gestiti dai costi. Si conferma quindi più che mai vera l’affermazione: “costi diversi per scopi diversi e in situazioni aziendali diverse”. Sono infatti cambiati anche i driver dei costi: non sono più i volumi ma le variabili caratterizzanti la complessità. Nel corso della giornata verrà data particolare enfasi ai più importanti strumenti di cost management: Target Costing e Activity Based Costing (o Process Costing) anche nelle sue più recenti evoluzioni (Time Driven Activity Based Costing e Lean Accounting). Alcuni esempi di applicazione di questi strumenti consentiranno di coglierne la loro non più trascurabile utilità.

I contenuti della giornata sono i seguenti:

1) Le tradizionali tecniche di calcolo dei costi e il loro imprescindibile superamento: non sono i più i volumi l’unico driver dei costi ma la crescente complessità gestionale 2) Sono nati e stanno crescendo i chunky cost 3) Dal cost control al cost management: l’importanza di comprendere le cause dei costi 4) I principali strumenti di cost management: dal target costing al process costing 5) L’Activity Based Costing (Process Costing): impostazione e utilità 6) Evidence Based Management: Alcuni esempi di applicazione dell’ABC 7) La new entry: Lean accounting per Lean Thinking

Per la preparazione della giornata, come è nostra abitudine fare, Le segnaliamo alcune letture introduttive al tema. Il primo è un mio articolo dal titolo “Perché sbagliare strategia quando sono i costi ad essere sbagliati”. Il secondo è un Liuc-Paper dal titolo “L’Activity Based Costing per la gestione dei costi di struttura e delle spese generali”.

Qui di seguito il link per poter effettuare l’iscrizione alle giornate fruibili anche singolarmente:

http://w3.liuc.it/iscrizioni/f.php?f=58

Vi segnalo inoltre i link attraverso i quali trovare ulteriori informazioni sul nostro percorso:
https://dimelab.us/apcop-liuc/

Il docente di questi incontri sarà il Prof. Alberto Bubbio e l’incontro si svolgerà come sempre presso Liuc-Università Cattaneo.

Rimanendo a Vostra disposizione, l’occasione mi è gradita per porgerVi cordiali saluti.
Prof. Alberto Bubbio