Il 30 Novembre a Milano Angaisa (Associazione Nazionale Grossisti di Apparecchi Igenico Sanitari) ha tenuto il suo 19° Covegno annuale declinando il tema attraverso un’analisi dell’evoluzione storica (i numeri del mercato dal 1930) di un comparto legato all’acqua, materia prima oggi sempre più preziosa, ma non solo a quella.
Si è avviata l’analisi storica ricordando la prima vasca da bagno nel palazzo di Cnosso, civiltà Minoica, nell’isola di Creta (1.700 ac.), per arrivare ai giorni nostri e da qui tentare una lettura del possibile futuro prossimo venturo. E’ stato Lorenzo Bellicini del Cresme che ha accompagnato i partecipanti in questo intrigante e coinvolgente viaggio.

Gli spunti di riflessione che sono stati offerti ai 600 e più partecipanti sono innumerevoli, ne sottolineo almeno tre.

Il primo è che se si vuole presagire il futuro di un settore può essere utile analizzarne il passato e la sua storia.
Questo aiuta a capire il presente e a stimolare una inevitabile esigenza di ricercare visioni per il futuro.
Così non può e non deve stupire, se con il rallentamento nella costruzione di nuove abitazioni il mercato Its ha ridotto drasticamente la sua crescita ed oggi è legato alla domanda di ristrutturazioni e riqualificazioni del patrimonio abitativo.
Un secondo spunto è legato al fatto che, dalla lettura dei momenti di profondo cambiamento di questo settore, si può capire meglio cosa sia una disruptive innovation, l’idea proposta dal prof. Clayton Christensen (guarda il video cliccando qui). Ed inoltre si può verificare che impatti abbiano avuto queste innovazioni dirompenti sulla nostra vita. Si pensi ai primi scalda acqua per la produzione dell’acqua calda del 1907 e nel 1911 lo sviluppo dei primi impianti di condizionamento dell’aria a livello domestico e dei condizionatori da stanza verso la fine degli anni ’60 (condizionatore Delchi 1967).
Il terzo spunto è che la tecnologia e il design, innovazione delle forme e delle funzioni d’uso dei prodotti, siano le forze determinanti nella crescita e nell’evoluzione dei mercati e le imprese che sono capaci di “cavalcarle” con continuità nel tempo sono quelle che conseguono, nei più diversi settori, i risultati più soddisfacenti sia in termini di posizionamento competitivo che di risultati reddituali.
Il bagno è sempre stato sin dagli Egizi un ambiente che consentiva di soddisfare precisi bisogni delle persone e addirittura, attraverso riti purificatori, di innalzarle verso gli dei. Tranne il momento buio del medioevo, c’è sempre stata l’esigenza e la ricerca di quel benessere che solo il contatto con l’acqua offre.

Ma oltre l’acqua c’è l’aria (calda e fredda), la terra(con rivestimenti e pavimentazioni) e l’energia con le fonti rinnovabili per la sua produzione. Tutto questo è Its.
E in questo settore, laddove ci sono stati spazi per la “creatività” e la genialità, si sono inserite le imprese italiane. Pertanto è di sicuro corretto affermare, con un po’ di orgoglio: It’s Made in Italy.

Per restare connessi con il futuro del management e approfondire i temi legati alla tua professione, Scopri Manage-Mind