Il 27 gennaio 2022 è il Giorno della Memoria e per fortuna se ne parla (questo è il link delle iniziative del nostro knowledge partner Edizioni Guerini) ma purtroppo ne parlano tutti, forse anche quelli che dovrebbero ricordare ma tacere, come hanno fatto allora. Ma di certo, ciò che questo giorno ci lascia è un grande insegnamento: non sempre è facile imparare e imparare non coincide con il ricordare. Bisogna anche studiare per andare oltre le emozioni, che possono tradire. È appena il caso di ricordare quanto noi spesso si conosca poco della religione ebraica.

Per imparare penso sia necessario capire le cause profonde di un fenomeno, che mentre maturava per gli ebrei aveva già avuto un andamento analogo per gli armeni, più lontano da noi. Forse non ne abbiamo sentito le urla e questa volta a perpetrarlo erano menti turche. Così per gli ebrei non bisogna dimenticare l’importanza del ruolo svolto dal disagio economico della Germania negli anni di ascesa e di affermazione dell’ideologia nazista. Le pulizie etniche nascono da “ignoranza” e incapacità di accettare le diversità dell’altro. Speriamo che il filone di studi di management sull’inclusione e la gestione delle diversità aiuti a non dover mai più avere la necessità di prevedere per la collettività una giornata dedicata destinata a far sì che non si dimentichi.

Resta aggiornato con i nostri contenuti attraverso la nostra newsletter.

Scopri Manage-Mind: i migliori contenuti di management sempre a portata di clic